Nicola Misasi: il cantore della Sila che mi ispirò al blogging

Può una foto scattata a un monumento dedicato a Nicola Misasi ispirarti ad aprire un blog per raccontare la tua terra? Per me è stata sicuramente fonte di ispirazione insieme alle migliaia di foto che ho nel mio hard disk.

Siamo nel cuore della Sila Grande. A  5 km da Camigliatello Silano, in località Fago del Soldato, nel comune cosentino di Celico. Mentre scatto qualche foto al paesaggio, noto un monumento simile a una lapide. Anche lei finirà nel mio immenso archivio. Dopo un pò  di tempo, ritorno a rivedere quelle foto scattate e torna lei. Se quel giorno non mi avvicinai, a casa cerco di ingrandirla per riuscire a vedere cosa ci sia scritto sul marmo di quella simil lapide.

Nicola Misasi

Scrittore 

Cantore della Sila 

1850 – 1923 

Ed eccola qui, la fame di conoscenza mi assale. Mi rendo conto che ho grandissime lacune sulla mia terra e che voglio approfondirne sempre di più. Ma soprattutto, se ho aperto il blog è perchè non voglio tenere tutto per me, ma condividerle anche con voi.

Fago del SoldatoCelicoNicola Misasi  sembrano cantare la canzone di Ligabue feat Elisa “Gli ostacoli del cuore“, tra l’altro mia canzone preferita.

Quante cose che non sai di me
Quante cose che non puoi sapere
Quante cose da portare nel viaggio insieme

E via a curiosare, a fare ricerche nelle ricerche, a conoscere cose nuove, fino a trovarti nelle pagine di un sito che non avresti mai aperto, a leggere nomi che non avresti mai cercato direttamente.

Perché questa località si chiama Fago del Soldato? Secondo la leggenda, un soldato fu trovato impiccato ad un albero di faggio, probabilmente per opera dei briganti che vivevano nascosti in questi boschi della Sila.

Da questa località è possibile percorrere la panoramica “Strada delle Vette” che attraversa Monte Scuro e Monte Botte Donato, una delle mie strade preferite e che farei mille volte.

Nicola Misasi: il cantore della Sila

Facendo le mie accurate ricerche scopro che Nicola Misasi è stato uno scrittore, nato a Cosenza nel 1850. Dopo aver vissuto tanti anni a Napoli, ritornò in Calabria, insegnando in un Liceo di Vibo Valentia. Anche lui era uno scrittore di viaggi. Tra i suoi libri, In Magna Sila, una raccolta di novelle come Maria Monaco e Una leggenda montanara.

Nicola Misasi

Quanta conoscenza c’è in una foto? Questa ne è un esempio. Da un nome sul monumento, ho scoperto altre informazioni che prima non avevo e un nuovo libro si aggiunge nella mia libreria.

Storie e leggende sui briganti sono un’altra cosa che mi affascinano da morire. Le storie di  Pietro Monaco e sua moglie Maria Oliverio, conosciuta meglio come Ciccilla, la brigantessa, fanno parte delle nostre radici, della storia che non mi è stata spiegata a scuola, quello che era il brigantaggio e il Risorgimento calabrese. Ma di loro ne parlerò un’altra volta. 

Leggi anche...
Il foliage nel Parco Nazionale della Sila
Il foliage nel Parco Nazionale della Sila
Carello: il borgo fantasma di San Giovanni in Fiore
Carello: il borgo fantasma di San Giovanni in
Vallata dello Stilaro: i luoghi da visitare
Vallata dello Stilaro: i luoghi da visitare
Petra de l’Atari
Una domenica… alla scoperta della Montagna della Perciavinella
Foliage in Sila
Foliage in Sila tra stupore ed emozione
Morano Calabro
I Borghi più lodati della Calabria: belli, autentici
Estate a Catanzaro: 50 motivi per trascorrere le vacanze nel capoluogo calabrese
Estate a Catanzaro: 50 motivi per trascorrere le
Il bagnetto di Gesù 
Ph. Pro Loco Aufugum II
La Mostra dei Presepi a Montalto Uffugo
Il Presepe Vivente di Miglierina
Il Presepe Vivente di Miglierina
Festa della trebbiatura al Mulinum di San Floro
Festa della trebbiatura al Mulinum di San Floro
prev next

Rispondi