Zoosafari di Fasano: tre parchi tra flora e tantissima fauna

Il viaggio in Valle d’Itria non poteva non includere una visita allo Zoosafari di Fasano. Il Parco è composto da 3 Parchi in 1, ma quello più conosciuto e che attira tanti visitatori è sicuramente lo Zoosafari.

Da Alberobello lo abbiamo raggiunto in meno di 20 minuti. Pensando di entrare alle 9, abbiamo aspettato un bel po’ nell’area esterna perché gli animali stavano mangiando, e nell’attesa ne abbiamo approfittato per pulire i finestrini per poter scattare le foto nelle aree dei leoni, tigri e orsi in cui è obbligatorio tenerli chiusi.

Si può visitare l’area “Safari” con la propria auto oppure con la navetta del Parco. Il costo del biglietto è di 22 euro a persona per adulti, e 19,50 euro per i bambini da 4 a 10 anni.

Zoosafari

Daini, cervi nobili, mufloni, tigri, leoni, orsi neri, giraffe, elefanti asiatici, orice corna a sciabola, bisonti americani, antilopi, struzzi, cicogne, dromedari, zebre, lama, elefanti asiatici, fenicotteri sono gli animali che si possono ammirare in questo percorso che dura circa un’ora.

Alcuni animali sono abituati alla presenza di auto e non hanno paura ad avvicinarsi. È possibile anche dargli da mangiare e le giraffe si infilano nell’auto per curiosare. C’è il rischio di graffi alla macchina, quindi in caso di macchina nuova, conviene andare con la navetta oppure cercare di non farsi avvicinare tanto, specie dagli struzzi che potrebbero rompere anche i finestrini. Attenzione!

Gli animali sono in libertà quindi è necessario camminare a passo d’uomo. Nelle aree degli animali “pericolosi” sono presenti i rangers in caso di problemi con l’auto o di pericolo.

Fasanolandia

Usciti dal percorso dello Zoosafari, dopo aver parcheggiato l’auto a pagamento (2 euro) è la volta di Fasanolandia. Appena entrati ci attira la Puglia in Miniatura: Santa Maria di Leuca, Taranto, Lecce, Ostuni, Brindisi, Alberobello, Andria, la Cattedrale di Trani, Castel Del Monte, Vieste e San Giovanni Rotondo sono riprodotti su scala 1:25.

Anche in quest’area sono presenti alcuni animali: scimpanzé, licaoni, Uistiti dai pennacchi bianchi, gorilla, e poi ancora quelli che troviamo nelle classiche fattorie, galline, oche, conigli. Nel rettilario invece ci sono serpenti, tartarughe d’acqua e di terra, camaleonti, iguane, gechi, pesci tropicali, ragni giganti, scorpioni, e un coccodrillo.

Oltre ad ammirare gli animali, nel Parco sono presenti circa 25 attrazioni, tra cui un teatro e un cinema 4D. Ogni attrazione costa 2 euro oppure si può acquistare un biglietto cumulativo extra di 5 euro per sei attrazioni a scelta. Per poter pranzare c’è una vasta scelta tra punti ristoro e bar oltre all’area pic nic per chi decide di pranzare liberamente.

Abbiamo assistito allo spettacolo rivisitato di Pinocchio dal punto di vista di Geppetto e alla Mostra Paleontologica dei Dinosauri e dei Mestieri Antichi.

Lago dei Grandi Mammiferi

Con il Metrozoo abbiamo raggiunto il Lago dei Grandi Mammiferi. Orsi polari e orsi bruni, foche, ippopotami e rinoceronti, ma soprattutto simpatiche scimmiette che saltellavano da una parte all’altra sul loro isolotto. È quello che ho maggiormente apprezzato soprattutto le scimmiette da cui non volevo più andarmene.

Entrambe le aree si visitano in un paio d’ore. Sinceramente mi aspettavo di trascorrere una giornata intera, le attrazioni erano chiuse e la maggior parte sono per bambini.

Dopo la visita allo Zoosafari è possibile visitare altre località vicine, la Valle D’Itria è ricca di luoghi che aspettano di essere conosciuti. Noi abbiamo pranzato con due panini in macchina, e dopo aver riposato un po’, abbiamo dedicato il pomeriggio a Locorotondo e Cisternino.

Per maggiori informazioni, orari di apertura e prezzi consulta il  sito ufficiale

Se sei curioso di vedere le foto di altri animali visita la mia  Galleria Fotografica 

Leggi anche...
Martina Franca: la città barocca della Valle d’Itria
Martina Franca: la città barocca della Valle d’Itria
Ostuni: la Città Bianca e il Paese più bianco del mondo
Ostuni: la Città Bianca e il Paese più
Ad Alberobello vivo in un “Paese di sogno”
Ad Alberobello vivo in un “Paese di sogno”
I “borghi più belli” della Valle d’Itria: Locorotondo e Cisternino
I “borghi più belli” della Valle d’Itria: Locorotondo
Grave - Grotte di Castellana
Le Grotte di Castellana
Viaggio in Valle d’Itria e un “salto” a Matera.. il nostro itinerario
Viaggio in Valle d’Itria e un “salto” a
prev next

Rispondi