Cosa vedere nella Valle d’Itria: il nostro itinerario

Ho sempre rinviato i fine settimana ad Alberobello preferendo invece trascorrere qualche giorno in più per visitare altre bellezze della Valle. Sì, perché non siamo andati ad Alberobello, ma il nostro è stato un vero e proprio viaggio nella Valle d’Itria!

Così dopo due anni stremanti di studio ho deciso di auto regalarmi il viaggio per la laurea, 5 giorni di relax tra i trulli e i Sassi. E così sono riuscita a realizzare uno dei miei Travel Dream.

Avrei aggiunto volentieri al nostro itinerario Andria, Trani, Castel del Monte, San Giovanni Rotondo, Lecce, Santa Maria di Leuca, ecc.. ma sono troppo distanti tra loro e i giorni a disposizione sono pochi. La Puglia è troppo “lunga”! Magari l’anno prossimo mio marito è costretto a “portarmi” in Salento!

Di solito amo dormire fino a tardi, ma se si tratta di un viaggio mi sveglio ancor prima che suoni la sveglia.

Siamo partiti alle 6.45 e dopo una breve sosta a Talsano e Pulsano, siamo arrivati ad Alberobello alle 13.30.

Abbiamo pernottato 4 notti ad Alberobello in un B&B a due passi dal Trullo Sovrano e da qui nei giorni successivi ci siamo mossi nelle località vicine.

Cosa vedere nella Valle D’Itria: il nostro itinerario

1 Giorno: Alberobello (te la racconto qui)

2 Giorno: Grotte di Castellana – Ikea Bari – Polignano a Mare

3 Giorno: Zoo Safari a Fasano (accontentiamo il maritino!!!) – Locorotondo – Cisternino

4 Giorno: Martina Franca – Ostuni – Alberobello

5 Giorno: Matera

Viaggio in Valle d'Itria

Viaggio in Valle d’Itria – Itinerario

Viaggio in Valle D’Itria: Dove abbiamo mangiato?

Non ci siamo fatti mancare nulla..

La prima sera abbiamo deciso di prendere in un caseificio la burrata e la stracciatella e cenare nell’appartamento.

Abbiamo optato per una cena a base di pesce a Il Cuccundeo a Polignano a Mare.. siamo rimasti soddisfatti dell’ottimo rapporto qualità prezzo..

La Valle d’Itria è famosa per le sue bracerie. Dopo aver visitato Cisternino, per non rientrare troppo tardi siamo tornati ad Alberobello, e ne è valsa veramente la pena.. Siamo andati alla Macelleria Braceria Miccolis. Abbiamo ordinato al banco e poi siamo scesi nella saletta al piano inferiore, carinissima! Abbiamo assaggiato le famose bombette, una specialità pugliese, consistenti in involtini ripieni di prosciutto e formaggio.. ma la scoperta più eclatante è stato il cocomero tra le cruditè, qui lo chiamano “Carosello o Barettiere”.. era talmente buono che prima di tornare a casa sono andata in un fruttivendolo a prenderne sei kg!!!

Potevamo tornare a casa senza aver mangiato le orecchiette a Ostuni? Essendo arrivati all’ora di pranzo, oltre a una caldissima giornata, era tutto pieno. Abbiamo trovato un bel posticino all’aperto presso la Trattoria Sapere & Sapori nei pressi della Concattedrale.

E infine ultima sera a base di pizza ad Alberobello presso la Pizzeria Pozzo Contino, caratteristica per la sua terrazza che affaccia su Rione Monti.

Viaggio in Valle d'Itria

Nell’attesa di scrivere su ogni cittadina visitata, qui trovi la Galleria fotografica di Alberobello


 
Leggi anche...
Ad Alberobello vivo in un “Paese di sogno”
Ad Alberobello vivo in un “Paese di sogno”
Martina Franca: la città barocca della Valle d’Itria
Martina Franca: la città barocca della Valle d’Itria
Ostuni: la Città Bianca e il Paese più bianco del mondo
Ostuni: la Città Bianca e il Paese più
Grave - Grotte di Castellana
Le Grotte di Castellana
I “borghi più belli” della Valle d’Itria: Locorotondo e Cisternino
I “borghi più belli” della Valle d’Itria: Locorotondo
Zoosafari di Fasano: tre parchi tra flora e tantissima fauna
Zoosafari di Fasano: tre parchi tra flora e
prev next

2 commenti

  1. Pingback:2016: l'anno del blog e del mio nuovo modo di viaggiare - Jamaluca

  2. Pingback:Martina Franca: la città barocca della Valle d'Itria - Jamaluca

Rispondi