I Borghi più lodati della Calabria: belli, autentici e arancioni

La Calabria vanta per le sue bellezze tante lodi: il sole, il mare, le montagne. Molte località turistiche conosciute sono sparse lungo le coste, ma ci sono tanti piccoli borghi nell’entroterra calabrese che meritano di essere conosciuti. Così ho deciso di andare alla ricerca dei borghi più lodati a livello nazionale e internazionale, custodi di storia e tradizioni. Siamo soprattutto noi che li abbiamo a due passi a non conoscerli e ci meravigliamo quando li vediamo in televisione.

I borghi più lodati della Calabria

Castelli, chiese, case antiche, centri storici che sono delle bomboniere, storia, vicoli stretti e panorami dall’alto accomunano quasi tutti questi borghi. Ognuno di loro però ha qualcosa di unico: la propria storia, la propria battaglia nel corso dei secoli.

Molti borghi li ho visitati nelle gite scolastiche, in occasione di uno spettacolo, ma mai con l’attenzione che meritano. Altri invece non li ho mai visitati. La mia promessa è quella di visitarli, e di raccontarli con le mie emozioni, e soprattutto, realizzare meravigliose gallerie fotografiche da farti venir voglia di scegliere la mia bella Regione per i tuoi viaggi.

I “Borghi più belli d’Italia”

Per poter rientrare è necessario che il Comune non superi i 15 mila abitanti e soprattutto che la parte antica o la frazione che vuole essere inserita non abbia più di 2 mila abitanti. I borghi devono avere un patrimonio architettonico o naturale certificato, offrire un patrimonio di qualità urbanistica e architettonica e operare secondo politiche di valorizzazione, sviluppo, promozione e animazione.

Per maggiori informazioni visita il sito ufficiale

Tra i “Borghi più belli d’Italia” ne rientrano 9 appartenenti alle province di Cosenza, Crotone e Reggio Calabria.

  • Aieta – nominato il 27 giugno 2013, rientra fra i comuni appartenenti al Parco Nazionale del Pollino. Il suo nome deriva dal greco e significa Aquila. Il borgo è caratterizzato da antichi portali.
  • Altomonte – un tempo chiamata Balbia, la sua bellissima Chiesa di Santa Maria della Consolazione
  • Bova – è uno dei borghi  della provincia di Reggio Calabria appartenente all’area della Bovesia, o area grecanica, caratterizzata dalla minoranza linguistica groco-calabro;
  • Civita – il borgo oltre a far parte dei comuni del Parco Nazionale del Pollino, è un’attrattiva per chi vuole visitare la Riserva Naturale delle Gole del Raganello. E’ viva la cultura arbëreshe, si possono notare sia sul sito istituzionale del comune, che nelle varie insegne per il borgo le nomenclature scritte sia in italiano che in albanese.
  • Fiumefreddo Bruzio – è l’unico borgo cosentino tra quelli annoverati che si affaccia sul Tirreno.
  • Gerace – a 10 km dalla Costa dei Gelsomini, ricco di storia, monumenti e archi.
  • Morano Calabro – ai confini con la Basilicata, e appartenente al Parco Nazionale del Pollino, Polittico Sanseverino
  • Oriolo – con la sua nomina nel 2016, è la new entry del gruppo.
  • Santa Severina – unico borgo della Provincia di Crotone, è famoso soprattutto per il suo castello.
  • Scilla (Chianalea) – qualcuno l’ha definita la “piccola Venezia del Sud“, con le sue case arroccate sul mare.
  • Stilo – la Città del Sole, paese natìo di Tommaso Campanella. La sua Cattolica è candidata a diventare Patrimonio dell’Umanità

I “Borghi Autentici”

L’Associazione Borghi Autentici nasce con lo scopo di creare una rete per tutti quei piccoli borghi che “ce la vogliono fare”, che non vogliono abbandonare il destino a loro stessi, e vogliono avere una rivincita sui problemi che devono affrontare quotidianamente. Sono borghi poco conosciuti rispetto a quelli sopracitati, ma con tante storie, tradizioni, paesaggi, modi di vivere che non devono e non possono rimanere nascosti.

  • Melissa
  • Miglierina – ne ho parlato e continuo a farlo. Nell’attesa dell’articolo per il mio blog, ho raccontato il suo Presepe Vivente
  • Roseto Capo Spulico

Le Bandiere Arancioni

Touring Club seleziona e certifica i borghi e piccole località con la Bandiera Arancione basandosi sull’esperienza vissuta del viaggiatore valutando l’accoglienza, la ricettività e servizi complementari, i fattori di attrazione turistica, la qualità ambientale e la struttura e qualità della località.

Bova, Civita, Gerace, Morano CalabroOriolo oltre a essere Borghi più belli d’ Italia, hanno ricevuto la Bandiera Arancione dal Touring Club. Taverna, comune della Provincia di Catanzaro è la vera novità tra i borghi.

Altre informazioni le trovi sulla pagina ufficiale

Credimi, ho avuto difficoltà a trovare una descrizione da aggiungere a questi borghi, semplicemente perchè non li conosco e non ho voluto aggiungere cose che ancora non so.. l’ho fatto di proposito perchè voglio prima conoscerli e poi raccontarli. Una volta visitati, potrò mettere la mia bella descrizione.. se no io che ci sto a fare? E’ il mio blog, non un contenitore di informazioni altrui.. e poi ho la scusa di doverli visitare perchè devo arricchire quest’articolo.

Questi sono i borghi che vengono maggiormente pubblicizzati; ciò non vuol dire che non ce ne siano altri che meritino attenzioni.. sono solo poco conosciuti o totalmente sconosciuti, e sono io la prima ad ammetterlo. Ogni giorno è una nuova scoperta, appunto nelle mie due agende tutto ciò che imparo e prendo appunti su posti che ho vicino casa..

Un giorno scriverò la mia lista dei miei posti, la mia guida.. ok, sto sognando troppo.. ma anche questo è blogging, no?

2 commenti

  1. Mi sono innamorata di Scilla grazie ad una vecchia puntata di Sereno Variabile e da allora sogno di vederla *_*
    Se dovessi scendere mi allungo a Catanzaro per salutarti! ^_^

Rispondi