Cammino a passo lento: da Castrovillari a Morano Calabro

Ho avuto il piacere di partecipare alla seconda edizione di Cammino a Passo Lento organizzato da Francesca de I Viaggi del Milione.

Un cammino lento, un mini blogtour, vissuto insieme alle mie compagne di viaggio Giulia de Il calice di Ebe e Federica di VirginiaMcFriend tra i borghi più belli d’Italia del Parco Nazionale del Pollino, Civita e Morano Calabro, e le cantine Viola di Saracena.

Cammino a passo lento: da Castrovillari a Morano Calabro

Il vero Cammino a passo lento ci ha portati sul sentiero che collega Castrovillari a Morano Calabro, avvolto dai monti del Parco Nazionale del Pollino, dal 2015 uno dei 10 Geoparchi italiani dell’Unesco.

L’ex tratto ferroviario che faceva parte della linea Spezzano-Castrovillari-Lagonegro, poi dismesso nel 1977, ha ceduto il posto alla pista pedociclabile inaugurata nel dicembre 2015.

Cammino a passo lento

La pista pedociclabile insieme all’immenso patrimonio naturale e architettonico è uno di quei posti che ti fanno dire “lasciami qui!” diventando oggi uno dei percorsi da fare almeno una volta nella vita.

Lungo il sentiero c’è tanto da ammirare e il nostro è un vero e proprio cammino a passo lento.

Camminiamo tra il Monte Sant’Angelo e il Monte Monzone e poco più in là si scorgono le vette del Serra Dolcedorme, la montagna più alta dell’Appennino Meridionale con i suoi 2267 m, la Manfriana e il Monte Pollino

Monte Sant’Angelo e Monte Monzone

 

Ci siamo soffermati a osservare la Chiesa SS. Crocifisso e il vecchio dormitorio nella contrada omonima. La Cappella, ormai abbandonata, risale al 1666 e fu fondata da Mario Colobraro di Rocca Imperiale. Qui intorno al sentiero sono presenti anche delle auree che conservano ancora vecchi graffiti. 

Chiesa SS. Crocifisso

La professoressa e guida AIGAE Teresa Ruffolo ci riporta nel passato degli antichi romani, raccontandoci aneddoti sulla storia di Castrovillari e sulla presenza delle antiche ville romane in questo tratto della Via Popilia.

Della vecchia ferrovia oggi restano solo le casette che indicano i km che distano da Lagonegro.

Le casette indicano i km di distanza da Lagonegro

Giunti in prossimità di Morano Calabro, dal sentiero si godono viste panoramiche spettacolari del borgo incastonato tra i monti e della Valle del Coscile. Più ti avvicini e più è un amore.

Vista panoramica su Morano Calabro

Arrivati alla vecchia stazione di Morano Calabro, le signore del rione San Nicola sono state cordialissime nel darci il loro benvenuto.

 

Cammino a passo lento:protesta contro gli incendi

L’invito di Francesca a partecipare al Cammino a Passo Lento arriva mentre l’area del sentiero è in fiamme, come del resto tutta la Calabria in quel periodo. Oltre alla voglia di ritornare a Morano Calabro e a Civita e di partecipare al blog tour, ho voluto esserci per protestare e sensibilizzare contro questi soprusi che rovinano le nostre bellezze.

Se vuoi vedere altre foto visita la  Galleria Fotografica

 

 

Leggi anche...
Dormire a Morano Calabro: Albergo Merùo
Dormire a Morano Calabro: Albergo Merùo
prev next

Rispondi