2016: l’anno del blog e del mio nuovo modo di viaggiare

Questo 2016 è stato un anno pieno di soddisfazioni: è l’anno della mia laurea specialistica ottenuta a pieni voti e con Lode, è l’anno in cui ho avuto l’enorme piacere di conoscere nuove persone come i fratelli Damilano, campioni olimpionici che hanno inventato il fitwalking, e Antonello Martino di Cammina Sila. E poi lei, la mia bella Lucia di Mondovagando, la mia manna caduta dal cielo, sempre pronta a darmi consigli.

Il 2016 è soprattutto  l’anno di nascita di Jamaluca. Da maggio ho cambiato ben due piattaforme prima di trovarmi nel mio nuovo sito, la mia casa. È in continuo cambiamento: ogni giorno spunta fuori un’idea nuova e da blog di viaggi ho deciso di trasformarlo in blog di destinazione.

Sono stata indecisa fino all’ultimo se scrivere e pubblicare questo post. Mi piacciono tantissimo gli articoli che raccontano i viaggi fatti nell’anno che sta per concludersi e i traveldreams, i viaggi che sono solo un sogno e che si spera si possano realizzare.

Chi mi conosce sa che non viaggio tanto, ma che sogno a occhi aperti, quello sì! La mia valigia sarebbe sempre pronta, ed io sarei sempre in giro a scoprire nuove destinazioni e accumulare storie da raccontare. Se prima pensavo: “Che lo scrivo a fare se so che non farò tanti viaggi? Che resoconto faccio se sono stata solo in Puglia?” poi ho deciso di scrivere lo stesso questo post, perché ripensandoci ho conosciuto luoghi vicino casa che non conoscevo. Il 2016 ha cambiato il mio modo di viaggiare e soprattutto la mia visione sul viaggio. Non è solo andare fuori regione o all’estero. Viaggiare è anche conoscere i posti sconosciuti dietro l’angolo di casa. Viaggiare è vedere la propria città con gli occhi da turista. Viaggiare è tornare nei posti che conosci e vederli sotto un’altra prospettiva.

 

2016: Viaggio in Valle D’Itria e Matera

La Valle D’Itria e Matera sono stati il mio regalo per la Laurea. Pur essendo vicine ho preferito queste mete ad altre per poter realizzare l’altro mio desiderio che mi son portata dietro da quando avevo 18 anni, andare a trovare un mio compagno di scuola che non c’è più e a cui ho dedicato la tesi di laurea.

La Puglia è troppo lunga per visitarla come dico io e va per forza visitata in tre viaggi separati. Abbiamo così trascorso ben 5 giorni concentrandoci solo nella Valle D’Itria: ci siamo dedicati ad Alberobello, Locorotondo e Cisternino, Martina Franca, Ostuni, Polignano a Mare. Tutte vicine tra loro. E poi non potevano mancare le Grotte di Castellana e lo ZooSafari a Fasano. Siamo riusciti anche ad andare all’Ikea di Bari.

Al rientro ci siamo fermati a Matera, ma è stata una visita super veloce: abbiamo visitato una piccola parte in tre ore, e l’abbiamo lasciata certi di ritornarci e dedicarle maggiore attenzione.

2016 in Calabria

Ci piace gironzolare nella nostra Regione, soprattutto nella nostra bella Sila, ci siamo stati ben 4 volte. Il nostro anniversario lo abbiamo trascorso nella zona più vicina a noi, la Sila Piccola, e ad agosto siamo stati a San Giovanni in Fiore, passando per il Lago Ampollino, Silvana Mansio e Camigliatello.

Agosto è stato conoscere anche Tropea e Capo Colonna. Ci sono già stata tante volte, ma questa è stata l’occasione per portare a casa tante foto.

L’autunno mi ha portato a scoprire il meraviglioso foliage grazie alle escursioni organizzati da Cammina Sila, con la guida Antonello Martino. Abbiamo partecipato al Sila Mountain Fest e siamo ritornati a Silvana Mansio per andare a scoprire la Montagna della Perciavinella.

A Dicembre ho partecipato al blog tour organizzato a Miglierina come inviata di Lucia di Mondovagando; mi è piaciuta talmente tanto che ci sono tornata in occasione del Presepe Vivente.

E per vivere l’atmosfera natalizia non poteva mancare la passeggiata su Corso Mazzini e ai Mercatini di Natale a Cosenza, e la visita alla Mostra dei Presepi a Montalto Uffugo.

Travel & Destination Dreams 2017

Se dovessi parlare dei miei traveldream, non saprei da dove partire. Lucia mi ha detto che devono essere realistici, e quindi, ne ho scelto solo uno.

Sogno l’Umbria con i suoi borghi più belli d’Italia, i luoghi di San Francesco e Santa Rita.

E poi ti parlerò tanto di Catanzaro e della Calabria. Ti porterò a scoprire borghi, paesi fantasma, tradizioni, montagna, mare, laghi, castelli, chiese arroccate, santuari, prodotti tipici e chissà quant’altro. Ho già una lista pronta solo per essere depennata. Il Bar Torcia di Miglierina mi ha regalato questo meraviglioso poster calendario: il mio obiettivo saràquello di visitare questi borghi della Comunità Montana dei Monti Reventino – Tiriolo -Mancuso e riempirlo con i cuori. Questa è la mia speciale “scratch map“.

Miglierina è stata la prima ad essere visitata, e sono sicura che sarà una perfetta capolista per le altre. “Miglierina porta fortuna” sono le parole che mi ha detto il Sindaco, ed io mi auguro che sia così.

2016 Mappa Comunità Montana

Comunità Montana

 

4 commenti

  1. “Viaggiare è tornare nei posti che conosci e vederli sotto un’altra prospettiva” mi piace tantissimo questa tua filosofia di viaggio e condivido!
    A volte ci scordiamo di quanto sia bello andare alla scoperta dei nostri dietro l’angolo.
    E’ anche vero però, almeno per quello che mi riguarda, che tutti i viaggi più costosi (adesso esce fuori la poveraccia che c’è in me 😛 ) sono stati quelli fatti proprio nel Bel Paese!
    Sono interessatissima a ciò che proporrai, soprattutto i borghi fantasma, li trovo troppo affascinanti!
    Un grande inboccallupo e tieni d’occhio le offerte da Lamezia che spesso Ryanair propone tariffe tipo 10/15 euro a tratta!
    Un bacione e un grandioso e viaggioso 2017!!!!

    • Come sempre grazie per esser passata. Sono certa che l’Umbria sarà una meta più cara rispetto ad altre destinazioni europee. Tra poveracce ci capiamo alla grande.
      Auguro anche a te un anno ricco di viaggi.

  2. Complimenti per tutti i tuoi viaggi. La Puglia mi piace tanto, la Calabria la vedrò a settembre. Non vedo l’ora 🙂

Rispondi